café golem

l'inserto culturale di East Journal

Albert Camus, il destino dei giusti #7

Il viaggio

Lunedi 3 gennaio 1960, Albert Camus, che pur aveva acquistato un biglietto di treno insieme a René Char, partì dalla sua casa nel sud, a Lourmarin, verso Parigi, sull’auto dell’amico editore, Michel Gallimard ; li accompagnavano la figlia e la moglie di quest’ultimo, Anne e Janine, con il loro cane ; Char, per non sovraccaricare la macchina, aveva deciso di partire in treno.

Il giorno prima Camus aveva già accompagnato la moglie Francine e i figli alla stazione di Avignone, facendoli rientrare in anticipo. La mattina del 3 telefonò alla segretaria, a Parigi, per alcune comunicazioni sui futuri lavori da rifiutare, e per confermare il rientro. Forse la chiamata venne intercettata, ma già diverse fonti avevano potuto riferire con esattezza sui prossimi spostamenti dello scrittore. Il 30 gennaio aveva scritto a Catherine Sellers, una delle sue donne, per annunciarle l’arrivo imminente.

Il 31 le aveva scritto ancora, iniziando con : Ecco la mia ultima lettera…e annunciando con precisione il suo arrivo, scrive : A martedi, mia cara, ti bacio già… Il 30 aveva scritto anche alla sua donna più importante, la compagna storica, l’attrice Maria Casarès, dando notizie dettagliate e fondamentali : “Ultima lettera…solo per dirti che arrivo martedi, tornando lungo la strada, salendo con i Gallimard lunedi. (Passano di qui venerdi. Ti chiamerò al mio arrivo, ma ci si può già accordare per cenare insieme, martedi.)

Diverse persone potevano dunque sapere, con sufficiente anticipo, gli spostamenti e i programmi di Camus. L’entourage delle due attrici era ricco di potenziali informatori : i più engagés politicamente erano prossimi a Maria Casarès, e le notizie da lei ricevute le più precise ; forse da lei , inconsapevolmente, giunsero indicazioni decisive per i carnefici.

Il 29 dicembre aveva scritto notizie anche a Mi, una nuova compagna, in Danimarca, che si apprestava anch’essa a rientrare a Parigi. Davvero in molti potevano essere a conoscenza dei piani dello scrittore, e della sua intenzione di tornare in macchina con i Gallimard. C’era il tempo per organizzare un’operazione. Era un’occasione straordinariamente favorevole.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: