café golem

l'inserto culturale di East Journal

La poesia : Elena Salibra

di Elena Salibra

I Fenicotteri

– hai saltato un anno

come i fenicotteri tornati

a sorpresa in primavera

con le ali d’arancio

nelle saline tabarchine –

così una voce giunta

dalla macchia…

ma non è la mia

quest’isola troppo

spostata ad ovest

tra le agavi che figliano

prima di morire

sulla punta del capo

sandalo. ti guardo

dall’abbaino della casa

ancora in vendita

allontanarti lungo

il sentiero non segnato

fino al cancello che smargina

dal folto. la roccia

mantellata di trachite

ti scolpisce un gesto

te lo lima il vento

della sera. poi a strapiombo

sul faro rimoduli

gli accordi d’altre voci

quando specchiato

nel tramonto rilampeggia

il raggio verde che c’è

e non lo sai vedere…

da : L’immaginazione – Manni Editori – n.270 luglio-agosto 2012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il settembre 16, 2012 da in Poesia con tag , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: