café golem

l'inserto culturale di East Journal

La poesia : Franco Loi

di Franco Loi

Mì vu ne l’umbra e l’umbra la me spèta

che quej ch’în sogn te par de vèj pensâ

nel vegn de nott al scür, ‘me ‘na fujèta

ch’à pers el ramm e la sa pü turnà…

Se va dal cör al cör sensa savè

inscì ‘me ‘n buff de füm nel camenà

tra i câ de sera süi sass smort del pavè…

… e l’umbra l’è dedré, la te tampina,

te üsma i pagn, la te spagüra i pè.

da : Franco Loi, I Niül, Interlinea

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il settembre 25, 2012 da in Poesia con tag , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: