café golem

l'inserto culturale di East Journal

La Poesia : Jean-Gaspard Paleniček

parigi tetti

di Jean-Gaspard Paleniček

Era…che importa…nel 19…

Tu sei lontano ora

Da te stesso

Horowitz suonava la trentottesima

Sonata di Scarlatti

E tu sei solo nel tuo appartamento

A Parigi

Ed è sempre la stessa

La stessa aria

E tu hai paura che tua moglie ti sorprenda

Solo nel buio ad ascoltare

Alle finestre si accendono riflessi

Di fronte altre luci

E’ quest’aria triste bella

Delle ombre che passano

Dalla strada si sentono le moto lasciarsi

Era…oh…così tanto tempo fa

Era ieri

La luna in alto unghia brillante

Incarnata nella pelle

S’infetta

Dove sei dove sei dunque

Mia terra

Non lontano abitava Apollinaire

da: Jean-Gaspard Paleniček – Mater Dolorosa – éditions Revue K

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il giugno 1, 2013 da in Poesia con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: