café golem

l'inserto culturale di East Journal

Il vero undici settembre : 1973, la tragedia di Allende e del Cile

allende

di Redazione

Per chi ha buona memoria, e per chi non accetta che la Storia sia scritta solo da vincitori ed oppressori, il ricordo dell’undici settembre 1973 è incancellabile. In quel giorno infausto, una parte dell’esercito capeggiata dal traditore Pinochet, si rivoltò con un golpe fulmineo contro il legittimo Presidente, il socialista Salvador Allende, e il suo governo di Unidad Popular, che aveva regolarmente vinto le elezioni. Il colpo di stato, preparato con una lunga tattica di logoramento dell’economia, era stato incoraggiato sin dal giorno della vittoria elettorale di Allende, ad opera dell’amministrazione Nixon, e del suo Segretario di Stato Kissinger. L’idea di un paese a guida socialista in America Latina, dopo la rivoluzione cubana, era considerato intollerabile dall’Amministrazione americana. Le manovre della Cia costruirono rapidamente il contesto ideale per un dissesto dell’economia e parallelamente organizzarono la sollevazione dell’esercito, dopo l’eliminazione fisica di un Generale fedele ad Allende. La mattina dell’undici settembre 1973, i traditori, capeggiati da Pinochet, in cui l’onesto Allende riponeva fiducia, mossero con le loro divisioni contro il palazzo presidenziale, la Moneda, e verso i principali obiettivi strategici ; l’aviazione bombardò la facciata del Palazzo fino a distruggerla ; la crudeltà dimostrata dall’esercito fu sin dai primi momenti cieca ed incontrollabile, contro chiunque fosse sospettato di sostenere il governo. Una immensa retata raccolse centinaia di prigionieri nello stadio calcistico della capitale : molti di loro non fecero mai ritorno a casa. Allende, assediato nella Moneda, fu trovato morto, colpito alla testa da colpi di Kalashnikov : ancora oggi non si è certi se sia stato ucciso o si sia tolto la vita per non cadere nelle mani degli aguzzini. Nei giorni e negli anni successivi iniziò una repressione feroce, che fece migliaia di morti e di desaparecidos : è interessante, in questi giorni, osservare come diversi commentatori, di ispirazione “liberale”, abbiano minimizzato, sulle principali testate, sulla vastità e la crudeltà della repressione e sul numero dei morti : forse anche per loro la deriva marxista del governo Allende, che aveva nazionalizzato le imprese americane, è stata più grave e criticabile della repressione e dello sterminio indiscriminato di migliaia di persone. La Storia e la memoria degli uomini per ora non tradiscono : a Santiago una enorme manifestazione ha ricordato Allende e la ricorrenza di quella tragedia. In quegli anni settanta in cui le dittature fasciste dominavano l’America Latina, e ancora imperversavano in grandi paesi europei, come Spagna, Portogallo e Grecia, la dottrina Nixon immaginava per l’Italia la strategia della tensione, che aveva termine proprio con le dimissioni del presidente americano a seguito dello scandalo Watergate. Oggi è piacevole discettare sull’eurocomunismo di Berlinguer e sulle sue caute conclusioni a seguito della tragedia cilena : allora non c’era il tempo per queste amene digressioni, c’erano soltanto la morte, le fucilazioni sommarie, la tortura indiscriminata, il martirio di una nazione. Forse, la distanza della nostra epoca dalla realtà e dalla storia è tutta in questo subdolo revisionismo e in questa versione edulcorata di fatti assolutamente tragici. Il volto di Allende, la sua onestà, il suo ingenuo ottimismo, restano indistruttibili di fronte al tempo e alla Storia : i volti e i nomi dei carnefici e dei loro mandanti scenderanno sempre più nelle gore della riprovazione e dell’infamia.

Annunci

2 commenti su “Il vero undici settembre : 1973, la tragedia di Allende e del Cile

  1. MARIAROSA
    settembre 11, 2013

    Consiglio il libro: “Le armi di ieri”, di Max Marambio,responsabile della guardia personale di Salvador Allende,in cui racconta con passione quel pezzo di Storia,col sentimento e il trasporto di chi l’ha vissuto di persona. Questo libro è una grande testimonianza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il settembre 11, 2013 da in Storia con tag , , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: