café golem

l'inserto culturale di East Journal

Anime Baltiche – Jan Brokken

copertina anime baltiche

di Sylvie Contoz

«Tutta la storia della sofferenza grida vendetta e domanda d’esser raccontata.»
Paul Ricoeur, Tempo e racconto.

Sullo sfondo del secolo breve Brokken restringe il campo e fissa l’obiettivo sui boschi e i laghi della Curlandia. Il giornalista olandese parte alla volta dei paesi baltici alla ricerca di vicende in cui la grande storia irrompe nelle vite delle persone, diventando narratore di popoli a lungo trascurati dalla storiografia europea, relegati per decenni in quell’angolo d’Europa, abbandonati al loro destino periferico. Quella di Brokken è un’opera di restituzione di dignità storica.
A Tallinn, Riga e Vilnius si è fatta la storia. Ognuno dei dodici racconti è dedicato alla vita di un personaggio o di una famiglia scelta accuratamente, i popoli dalle case spioventi sono legati da uno spirito di appartenenza che poco ha a che vedere con i confini nazionali, tracciati da pochi decenni, ma spazia nella musica, nel folklore e nei canti popolari.
I protagonisti sono donne e uomini colti, artisti, musicisti e pensatori, spesso di origine russa o ebraica. Grande importanza è attribuita al legame tra il vissuto personale e la creazione artistica. In un poema epico suddiviso in capitoli spazia dall’infanzia travagliata di Sergej Ėjzenštejn, il cui rapporto con il padre influenzerà tutta la sua opera cinematografica, alla Königsberg di Hannah Arendt, oggi ribattezzata Kaliningrad.
Anime baltiche è la lotta incessante per la libertà e l’autodeterminazione dei popoli, di cui le gambe martoriate dal carro armato di Loreta Asanavičiūtė sono il vessillo, e contemporaneamente una passeggiata lentissima all’ombra di conifere sulle note di un violinista malinconico.

Jan Brokken – Anime Baltiche – Iperborea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il agosto 26, 2017 da in Critica letteraria con tag , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: